Oaks For Rent, Plums

11 Marzo 2019 Off Di lucabi
OAKS FOR RENT – PLUMS: Rec, Mix e Master

Gli amichetti degli Oaks For Rent si sono affidati a me per il loro nuovo pezzo “Plums” ed e’ stata una bomba lavorare con loro che sono molto minuziosi e sensibili quando si parla dei loro pezzi e questo io lo adoro.

Le cose che mi hanno gasato di più per questa release sono 4 in particolare:

1 – La chitarra dell’intro che ha una bellissima definizione da poterci sentire addirittura il plettro sulle corde ed allo stesso tempo una spazialità e tridimensionalità splendida che continuo ad adorare.

Per questa chitarra il segnale è partito dalle mani di Ziro dalle quali abbiamo cercato di ottenere un tocco molto intimo sulla sua Fender Telecaster Modern Player Plus con pickup middle single coil. Da lì l’acquisizione ha avuto sto percorso:

Telecaster -> Radial J48 -> Universal Audio Twin Finity 710 -> RME ADI8 -> DAW -> Radial ProRMP -> pedala che non ricordo -> VOX AC30 -> FRONT: Sennheiser e906 + Studio Project C4, BACK: Shure SM7B, ROOM: Rode NT2A -> i pre non li ricordo con le giuste combinazioni -> ADI8 -> DAW

2 – La botta subito dopo merito dell’arrangiamento che da super minimale diventa full band di volata. Con Menzia e Gulli ci siamo fissati sul seguire la cassa per avere un blocco unico di accenti che creano tantissima pasta senza far svanire il suono un po’ “retrò” che caratterizza il pezzo.

3 – La batteria nella seconda strofa. Fin da quando Robbi mi ha fatto sentire come girava la seconda strofa con la batteria mi ero già fissato in mente di giocarci molto sulla parte percussiva per distaccarla dalla prima e perché mi piace giocare!
Così la batteria della seconda strofa è stata buttata dentro un ampli da chitarra per dargli un suono più particolare e caratteristico che una semplice “room”. Un filo di pan e di filtri ed il risultato è quello che si può sentire nel pezzo.

4 – Il pan delle voci cercato molto da Ziro e felicemente assecondato da me. La voce super intima di Mail inizia al centro, per poi passare a lato nella seconda strofa fino alla ripresa della batteria. Nell’interludio si aggiunge la voce di Ziro ed il tema della chitarra, così abbiamo deciso di spostare le voci ai lati e far tagliare al centro la chitarra e l’effetto a me gasa un botto. Ero un po’ scettico perché giocare molto sui pan mi toglie un po’ l’effetto “retrò” ma mi sono ricreduto alla fine perché così mi piace assai.

Ascoltatevi sto pezzo e vedete se vi ritrovate nelle mie impressioni.
Bella!

OAKS FOR RENT
faccialibro: https://www.facebook.com/oaksforrent/
insta: https://www.instagram.com/oaks_for_rent/